Web Analytics Experience

05 Feb, 2008

Doping Statistico

Posted by: admin In: Consulenza| Software

Eccomi qui, pronto a scrivere un post molto veloce ma che spero possa aprire un dibattito.

Girando in rete mi sono imbattuto in questo sito:

www.turistipercaso.it

Beh cosa c’e’ di strano?? A parte il layout e la navigabilità (tasto dolente :D ), la particolarità di questo sito la si deve ricercare nel codice…

Se vediamo il sorgente della home notiamo:

<html>

<head>
<meta http-equiv=“content-type” content=“text/html;charset=iso-8859-1″>
<title>Turisti per Caso: viaggi, vacanze e turismo in Italia e nel mondo</title>
<meta name=“keywords” content=“turistipercaso, turisti per caso, Syusy Blady, Patrizio Roversi, turismo, vacanze, viaggi, viaggio, informazioni turistiche, prenotazioni vacanze, vacanze al mare, prenotazione viaggi”>
<meta name=“description” content=“Con Turisti per caso puoi condividere e trovare esperienze di viaggio, consigli per le vacanze, racconti attinenti ad una meta, diari personali e di tanti (TANTI) altri argomenti legati al modo e ai mondi del viaggio.”>
<meta name=“author” content=“Unit comunicazione - www.unit.it”>

<meta name=“copyright” content=“Percaso S.r.l.”>
<meta name=“language” content=“ita”>
<link title=“Turisti per caso” rel=“search” type=“application/opensearchdescription+xml” href=“/xml/search_tpc.xml”>
<link rel=“alternate” type=“application/rss+xml” title=“Ultimi 10 itinerari di viaggio di Turisti per caso” href=“/xml/rss/viaggi.asp” />
<link href=“/favicon.ico” rel=“shortcut icon”>
<link href=“/_includeTpc/head/default.css” rel=“stylesheet” media=“screen”>

<script src=“http://www.google-analytics.com/urchin.js” type=“text/javascript”></script>
<script type=“text/javascript”>
_uacct = “UA-73310-2″;
_udn=”turistipercaso.it”;
urchinTracker();
</script>

<script language=“JavaScript” src=“/_includeTpc/head/menu.js” type=“text/javascript”></script>



Esatto, proprio così! Il codice del software di tracciamento statistico, in questo caso Google Analytics, è stato posto nella <head> anzichè nel classico </body>; cosa comporta questo inserimento? Semplicemente un “pompaggio” delle visite al sito!

Gli utenti che arrivano al sito, infatti, per essere considerati come visitatori e come visite (passatemi questa definizione) basta che caricano solamente l’header e non tutta la pagina, come di solito siamo abituati; le visite quindi, anche se abbandonano a causa, ad esempio, di un lento caricamento della pagina, saranno sempre maggiori di un codice inserito prima del </body> ma avremo un aumento vertiginoso della percentuale di bounce nella home page…

Ora mi chiedo e vi chiedo: ha senso implementare un sistema di tracciamento in questo modo? Che posso farmene a questo punto di statistiche “sporcate” e quindi di dati non veritieri?

Confido in un vostro scambio di battute,

A presto,

E.

8 Responses to “Doping Statistico”

  1. Tambu Says:

    parlare di doping senza dati certi è un po’ una forzatura. Ricordiamoci che non tutti seguono costantemente le evoluzioni del mondo web. In questo caso il codice potrebbe essere stato messo all’epoca in cui lo stesso Google suggeriva di piazzarlo lì. una volta visto che funzionava se ne saranno dimenticati…

  2. bricky Says:

    Quoto Tambu, ma do anche una possibilità d’utilizzo.
    Le statistiche “pompate” tornano utili se decido di vendere il dominio o il sito…

  3. admin Says:

    @Tambu: forse il titolo del post è un po’ “forte”, ma vedendo la trasmissione e soprattutto sentendo come reclamizzavano il sito, mi fa un po’ specie che abbiano messo il codice in quella posizione. Non volevo accusare nessuno ;) il tutto è nato per aprire un dibattito :)

    @Bricky: ho pensato anch’io che “pompare” le visite potesse aver come scopo ultimo la vendita del dominio… altre idee?

    Ciao

    E.

  4. Fabio Sutto Says:

    Ciao,

    non vedo un gran effetto doping: se la velocità di caricamento del sito è appena accettabile la cosa non farà una gran differenza.
    Inoltre un navigatore interessato continuerà a navigare nel sito, uno che dopo la prima pagina se ne va, farà un bounce…e questo indipendentemente dalla posizione del codice.

    Dubito poi che un sito come turisti per caso abbia bisogno di mezzucci di questo tipo.

    [OT]

    complimenti per l’idea di questo blog

  5. Fabio Says:

    Ciao,
    dubito anche io che sia posizionato appositamente per “pompare” .

    In che percentuale credete possa far lievitare i dati ?
    2/3% ?

    Complimenti ovviamente per i topic ;)

  6. Enrico Ladogana Says:

    Ho fatto un giro: il dominio ha quasi 8 anni e su Archive.org risulta dotato dello stesso layout dal 2004. Non so da quando G. abbia comprato Urchin, però potrebbe darsi che il codice sia tale da diverso tempo e ciò avvalorerebbe la tesi di Tambu.

    Conosco decine di web agency anche di importanza nazionale che conoscono per sentito dire concetti quali il seo, il web marketing e quant’altro, quindi a me viene il dubbio che hanno considerato il codice alla stregua di un qualsiasi js e l’hanno piazzato nell’head.

    Ma potrebbe pure essere come dici tu, tuttavia non mi sembra un trick poi così grave a meno che il cliente non ti chieda specificatamente quanti utenti hanno letto la pagina…

    Complimenti per il blog!
    Enrico

  7. admin Says:

    @Fabio Sutto: Ho preso turisti per caso per far vedere un po a tutti come sia semplice modificare le stats di un sito, lato kpi visitatori o visite. In questo caso ricadiamo nell’errore di dare come dati validi numeri che in qualche modo si avvicinavano all’idea di fornire gli “hits” ai propri clienti anni e anni fa… AWStats docet ;)

    @Fabio: se un sito ha un grosso volume di traffico, anche il 2 - 3% fa la differenza :D

    @Enrico: concordo che il trick non sia grave, ma volevo evidenziare, come ho detto a Fabio, che ci vuole un niente per “barare” con le stats :)

    A presto,
    E.

  8. Daniela Trifone Says:

    Ciao Enrico,
    il tuo post mi ha colpito, credo però che prima di gridare allo scandalo vadano analizzati alcuni aspetti fondamentali come il modello di business del sito e lo storico delle attività di tracciamento.
    Senza queste informazioni è piuttosto difficile arrivare ad una conclusione corretta, anche se magari si sta attualmente lavorando al progetto.

    Personalmente credo che i valori assoluti registrati per i singoli indicatori di performance, senza una corretta chiave di lettura, abbiano davvero poco senso rispetto all’analisi dei trend, a meno di non doverli rivendere agli inserzionisti, tu che ne pensi?

    D’altronde la verifica delle tendenze può avvenire solo a condizione che la metodologia di misurazione rimanga omogenea nel tempo (naturalmente l’utilizzo costante dello stesso tool è anch’esso d’obbligo…), da qui la mia perplessità sulla correttezza dell’espressione “doping”.

    Ciao e buon blogging :)

Leave a Reply


  • admin: Ciao Massimo, Ho appena scaricato l'ebook: appena lo leggo ti do un fb :) Grazie mille per la segnalazione. A presto E.
  • Massimo: Ho inserito questo tuo articolo come "risorsa consigliata" nel mio eBook "Landing Page Perfetta". Trovi il link a pagina 35. Spero che la cosa sia
  • Nuovi campi filtro e altre cosucce • Google Analytics in 30 secondi: [...] quando si tratta ad esempio di escludere le proprie visite con un IP dinamico: si veda in proposito questo articolo di Enrico Pavan, in cui si

News From My Twitter Account (IndioImperator)

Certification & Social Life

Add to Google Reader or Homepage